IT   EN

News

The Merchant Live

Palazzo Mocenigo riapertura

20/10/2014

L'antico Palazzo originariamente appartenuto a un ramo della famiglia Mocenigo, una delle più importanti e prestigiose dinastie del patriziato veneziano - donato dall'ultimo discendente Alvise Nicolò nel 1945 al Comune di Venezia, entrato a far parte dei Musei Civici Veneziani e aperto al pubblico nel 1985 - è stato oggetto di un eccezionale intervento conservativo che ha permesso di recuperare non solo i principali elementi architettonici e strutturali, ma anche gli antichi arredi, i fastosi affreschi e gli stucchi, i marmorini e i pavimenti. Il nuovo layout, che coinvolge venti sale al piano nobile, ripropone fedelmente le suggestioni di un'abitazione nobiliare veneziana e l'evolversi delle tendenze della moda, del costume e del tessile, all'insegna di una valorizzazione storico-scientifica del Settecento.

​Come fosse ancora abitato dagli antichi proprietari l'ambiente si snoda dal pòrtego attraverso un nuovo percorso “circolare” di forte suggestione, “popolato” da manichini che indossano abiti d'epoca e accessori antichi, tra eleganti e sontuosi arredi settecenteschi, tessuti e ricami, dipinti e cornici, accessori e abiti, appartenenti alle collezioni conservate nel Palazzo, insieme a moltissimi importanti oggetti e opere d'arte provenienti dagli altri musei della Fondazione che hanno contribuito a questa complessa operazione di recupero. Giungono dal Museo Correr i dipinti con soggetti storici e celebrativi veneziani, che si integrano con altri dipinti provenienti da Ca' Rezzonico – Museo del Settecento veneziano, con le straordinarie “serpentine”, le ampolle e le antiche attrezzature da laboratorio che arrivano dal Museo del Vetro di Murano, i merletti e i ricami dal Museo del Merletto di Burano e gli erbari dal Museo di Storia Naturale. L'evocativo percorso, arricchito da affreschi e arredi di gusto rococò o neoclassico risalenti perlopiù alla seconda metà del Settecento, appartenenti al Palazzo, e da porcellane di manifattura cinese provenienti dal Tesoro della Scuola Grande di San Rocco, si completa con un inedito e straordinario capitolo dedicato alla storia del profumo e delle essenze: una novità assoluta nel panorama della museografia italiana. Il progetto, nato dalla collaborazione tra la Fondazione Musei Civici di Venezia e Mavive, l'azienda veneziana della famiglia Vidal, partner principale dell'operazione e artefice di un vero e proprio atto di mecenatismo volto a riaffermare il profondo legame con la città, mira a riscoprire e valorizzare la millenaria vocazione che colloca l'Italia, e in particolare la città lagunare, tra i principali centri della tradizione profumiera mondiale. Esso rappresenta una delle maggiori proposte della rinnovata sede, che può così rilanciare la propria originale inclinazione legata alla storia della moda e del costume, facendone un unicum all'interno del circuito Muve.

Newsletter

Vuoi rimanere aggiornato sulle novita' di The Merchant Of Venice? Clicca il pulsante sottostante.
Iscriviti alla newsletter
Dopo un radicale intervento di restyling e ampliamento dei percorsi espositivi, riapre al pubblico Palazzo Mocenigo a San Stae, Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume, con i nuovi percorsi museali dedicati al Profumo. Una sede completamente rinnovata, nella qualità della proposta museografica - grazie all’apporto fondamentale di Pier Luigi Pizzi, architetto e scenografo di fama internazionale - nel layout espositivo e nei servizi offerti al pubblico.
© 2018 The Merchant of Venice
Net-prime